Archivi categoria: mr slow e ms snow e ms snog

Ms. Snow e Mr. Slow

Standard

Finalmente i due si ricontrano. Appuntamento mattiniero, in un luogo molto grande e molto affollato. Parlano di tutto e magicamente discorso dopo discorso ritorna in luce la loro vecchia amicizia, le loro contraddizioni e le conoscenze uno dell'altro. Discorso dopo discorso l'imbarazzo si scioglie e si ritrovano. Una passeggiata da una spinta in più e solo dopo ore e ore si tocca l'argomento: "Ms. Snog" e varie ed eventuali. Milady ascolta le motivazioni del Milord ma allo stesso tempo le confranta con quelle che le aveva riferito l'amica. Dal quadro finale sembra che Ms Snog sia gelosa, morbosa, troppo femmina insomma e che Lui si sia ribellato a queste costrizioni. Dall'altra parte l'amica le aveva dipinto la figura di lui allo stesso modo…dove sarà la verità. Ma a Ms Snow non importa, riflette si interroga ma si accorge che non le importa, non le interessa domandare a Mr Slow perché ha preferito Ms Snog a lei, se ci avesse provato veramente, mette in chiaro solo alcune cose e dei meriti e non chiede in cambio nulla. Confessa a Mr Slow di stimarlo (ma questo già lo sapeva) e di essere stato a sua insaputa una buona cura alla tristezza della lady, e basta. Parlano di lavoro, delle varie sole che sono state fatte e si chiamano in causa i colpevoli, Mr Slow conferma che la gelosia di Ms Snog ha dato il via a tutto e poi altri impedimenti hanno completato il cerchio. Insomma i chiarimenti arrivano e Ms Snow si toglie i sassolini dalla scarpa. Ci sono i presupposti per ricostruire qualcosa e lo sanno tutti. Forse Ms Snog non vorrebbe neanche questo, è fissa sull'idea che Mr Slow l'abbia usata per ferire Ms. Snow e che non avendo avuto i risultati previsti l'abbia abbandonata. "Lei crede che io sia innamorato di te" dice Slow a Snow "Ah ma gliel'ho detto pure io che non è così, non vuole capire". Si lasciano con l'idea e dei progetti per una collaborazione futura.


Si riaccendono i carteggi tra i due, l'ultimo ha svelato qualche nervo ancora infiammato. Durante una conversazione Mr Slow scopre alcuni dubbi che Ms Snow nutre nei confronti dell'amica: "Se metto insieme i vostri discorsi mi ritrovo con dei dubbi, delle parti che non convergono perfettamente. Ho come l'impressione che la tua superficialità abbia travisato una serie di cose, su lei invece mettere la mano sul fuoco." L'uomo spinge fino a dove può per convincere la donna a parlare ma lei si appella alla morale e come amica non rivelerà mai segreti nè dell'uno nè dell'altra. "Allora faccio bene a pensare delle volte che sei gelosa." Ritorna alla carica Mr Slow. "Non è gelosia è morale, coscienza, rispetto, onore…tutte parole che tu devi cercare su wikipidia per capirne il significato." taglia con un colpo netto Ms. Snow e strappa una promessa: "Non voglio più trattare l'argomento, non voglio domande a cui non posso rispondere se non tradendo un segreto confessato da uno o dall'altra, voglio starne fuori. Nessuno mette in conto di quanto possa essere difficile per me. E senza mettere in conto il fatto che non riesco più a fidarmi di te, un tempo ti avrei detto queste cose, non mi vergognavo di confessarti cose…ma oggi non ci riesco". Ecco il dente che duole, è tornato. Forse è ora per i due di fare due conti su alcune cose.

Sono qui anch'io. Antica.
Lullabyyy-I0³

Annunci

Ms. Snog e Ms. Snow

Standard

Dopo mesi e mesi di silenzio e altrettanti mesi e mesi di tentativi andati in fumo di organizzare un incontro finalmente Ms. Snow e Ms. Snog si incontrano come non facevano da tanto, passano l'intero viaggio in carrozza a parlare, chiarirsi e raccontarsi. E' l'ora della verità. A quanto pare Ms. Snog Mr. Slow si sono felicemente frequentati per circa due mesi. Nessuno dei due ha presentato i propri amici all'altro (sinonimo di ufficialità), ma proprio nel momento in cui uno dei due aveva rotto lo stallo per avanzare di grado tutto si è disgregato improvvisamente. E' inutile riportare le confidenze di Ms. Snog (ed è anche poco carino violare il patto di riservatezza) sarà meglio partire dalla fine, desumere e commentare i fatti. Non si vedono da dicembre: litigate, gelosie, atteggiamenti infantili hanno fatto si che la storia si dissolvesse nel nulla.
"Non ti voglio più vedere, ti cancello" (cit. Ms. Snog)
"Ma poi ti riscrivo…mi è passato" (cit. Ms. Snog)
A prescindere dai piccoli intrighi… a Ms. Snow che ascolta pare proprio che l'amica ci sia rimasta male di quella fine e che quell'uomo le piaceva veramente e nonostante le differenze lei ci credeva che potesse funzionare. Mr. Slow è un idiota ed ha rovinato tutto, troppo preso dal curare le apparenze si è poi dimostrato infantile e poco maturo. Non voleva impegnarsi più per paura  di se stesso che di altro. Ms. Snow sapeva che il caratteraccio di quell'uomo non è di facile gestione e non vede l'ora di affrontarlo face to face. Ma è proprio questo il problema di Mr. Slow è impossibile da incontrare e poco incline a tramutare in fatti le parole delle sue lettere. Lo ha fatto Ms. Snog non concedendole un confronto o un chiarimento durante la crisi e lo ha fatto in passato con Ms. Snow promettendole la luna o tirando il sasso e nascondendo non solo la mano ma tutto il suo corpo per non farsi vedere. Mr. Snow chiede anche all'amica dei chiarimenti su quegli atti mancati e di cui Mr. Slow si era lavato le mani addossando tutta la colpa alla compagna. Ms. Snog era effettivamente colpevole, ammette la colpa, ma giustifica la sua scelta e mette tutto in luce dal suo punto di vista. "Non è che non mi fidavo di te, non mi fidavo di lui. Continuo ad avere il dubbio che lui mi abbia chiesto di uscire per fare ingelosire te." Ms. Snow replica: "Non credo, anche perché inizialmente penso che neanche avesse idea di quanto potevamo essere amiche io e te. Lo ha scoperto solo dopo e se credeva che siamo le solite galline che litigano per lui è uno sciocco." Continua Ms. Snog: "Parlava di te ed è capitato, verso la fine, che lui mi dicesse di essere molto dispiaciuto di aver compromesso la vostra amicizia." Ms. Snow sorride e dice: "E' stupido, Anche se quello che tu dici fosse vero, che voleva me, è stato cmq sciocco, si è fatto scappare te che sei uguale a me e che pergiunta ne eri attratta, cosa che io, come sai non ho mai provato per lui". Morale della favola? Ms. Snog e Ms. Snow si sono guardate negli occhi e la prima ha capito che l'amica ci teneva tanto a quel ragazzo e di averle tolto una possibilità proprio quando ne aveva più bisogno e con un uomo che corrispondesse alle sue alte pretese; la seconda invece ha quantificato la forza e il trasporto dell'amica, della delusione ed ha capito anche quelle parole non dette, nascoste dietro uno sguardo muto ma che volevano urlare: "TI PREGO NON TOCCARLO, NE SAREI GELOSA!" l'aveva in volto proprio quando Ms. Snow parlava di riallacciare i rapporti con Mr. Slow…
…LA FEDELTÀ…
……LE DELUSIONI……
………L'ILLUSIONE……..
…………I DESIDERI……
…………….TUTTO QUI!

Sono qui anch'io. Amica.
Lullabyyy-I0³

Mr Slow e Ms Snog

Standard

Capitolo 3 di un triangolo, di un triangolo e basta.

Mr Slow e Ms Snog hanno avuto l'incontro preannunciato. Quello… e poi un altro e un altro, fino a non contarne più. Ms Snow non è stata mai più contattata, neanche dall'amica, per puro pettegolezzo femminile. L'unico elemento a lei noto è una certa  tentazione a cui Ms Snog si è abbandonata, per la quale pare essere pentita e imbarazzata. Le due amiche per vicissitudini non si sono più viste, per confidenze varie, le volte che è capitato non erano mai sole. Dopo aver avuto quello di cui necessitava Ms Snog non si è degnata della minima attenzione per l'amica. Tenerla vicina sarebbe stato educato vista la loro decennale amicizia. Solo Mr Slow, timido timido, si è riavvicinato alla milady. Con imbarazzo e curiosità voleva capire come stesse, per quanto il loro flirt non fosse mai sfociato in nulla di concreto, lui era cosciente di averla in qualche modo illusa e di vivere una situazione perlomeno imbarazzante e atipica. Ms Snow a paura di aprire bocca, ha paura che l'amica si sia lanciata in rivelazioni shock su di lei con questo che ora è il suo nuovo compagno di vita, ha paura che la sua amarezza posso essere scambiata per gelosia. Vivere tra due amici che ora sono amanti ha i suoi mille inconvenienti. I tentativi di Mr Slow sono molteplici e Mr Slow si sforza perlomeno di ricostruire la stessa amicizia che l'ha sempre legata al lord. Proprio in quel momento degli eventi destabilizzano la situazione. Mr Slow si era proposto per aiutare Ms Snow in una faccenda di lavoro, anche perché la cosa per lui era d'interesse a prescindere dalla presenza della madama. L'accordo prevedeva però una frequentazione quasi quotidiana. Mr Slow in estremis rinunciò all'accordo. Il tempo passo e durante una delle conversazioni timide timide di Slow lui accennò al fatto che dietro il suo rifiuto c'era una volontà di Ms Snog, un divieto. Di cosa si doveva sentire più offesa Snow della poca fiducia della sua amica o dell'assenso dell'amico?! Delusioni a pioggia quando poi il giorno del debutto come direttore d'orchestra della signorina Snow nessuno dei due si è presentato. L'amica aveva inviato un messaggio nel quale si intuiva che la causa fosse un capriccio del milord. Nessun altra spiegazione ricevuta, nè richiesta per il bene della tranquillità. L'ultimo evento imbarazzante è capitato dopo una conversazione tra Mr Slow e Ms Snow. La donna si sforzava di comportarsi come aveva sempre fatto in tempi di pace, con battute e sarcasmo si è lanciata in un giudizio su Ms Snog già noti al mondo e non certo segreti. Mr Slow aveva fatto di tutto per farle dire due parole in più e conoscere qualche segreto custodito dalle due amiche, con la stessa malignità ha riferito la cosa alla sua compagna Snog. Questa non ha capito di cosa si trattava ed ha vietato ogni tipo di contatto con Ms Snow. Ormai la signora è il mostro da cui tenere lontani uomini e bambini. Quanto è difficile tenere due rapporti così come erano. Ma Ms Snow è talmente strafottente che per sicurezza ignora tutti e si è anche cucita la bocca. Non vale la pena cadere nella trappola di due amanti annoiati.

Sono qui anch'io. Antica.
Lullabyyy-I0³

Mr. Slow, Ms Snow e Ms Snog

Standard

Pietro Longhi – Le Filatrici (1737)

Mr. Slow è tornato dalla sua campagna all'estero. Non ha chiamato Ms. Snow come promesso e questa, stranita, si è chiesta il perché. E' giunta solo in fine ad una giusta e saggia conclusione: "Sti cazzi!" (se continua con questo linguaggio perderà il titolo nobiliare per dishonoris causa). Non sapeva neanche che fosse tornato, "Torno in anticipo, ma nun te dico quanno", lo aveva solo intuito da alcuni spostamenti alquanto strani. La conferma giunse da bocca insolita: "Si è tornato e mi ha chiesto di uscire".
Pare che il mister si sia dilettato ad intessere un fitto scambio di corrispondenza anche (e contemporaneamente) con la migliore amica della miledi: Ms. Snog. Al ritorno dalla spedizione Mr. Slow ha inviato una lettera lampo a Ms. Snog con una richiesta: poter aver un incontro con lei. Quale duro colpo per la lady, vinta dal desiderio di conoscere quest'uomo apparentemente interessante ma frenata dal doppio gioco che pareva essere in atto. Infatti ella è l'unica a conoscere il segreto di Ms. Snow e Mr. Slow, le era stato confidato dall'amica tempo prima durante un bizzarro cocktail con Chardonnay grigio del ….. (mah e chi se lo ricorda) alle ore 4 pomeridiane di un caldo giovedì di prima estate. La prima cosa da fare è stata inviare un messaggero alla tenuta di Ms. Snow con le novità e per decidere insieme cosa fare. Appresa la notizia la nostra milady si è fatta una grassa risata farcita di insulti vari per l'uomo, poi ha indossato il suo miglior abito ed è andata a far visita alla sua cara amica. Tra domande varie e risposte sincere le due donne si sono trovate unite come al solito. Ms. Snow ha chiarito che con Mr. Slow la situazione è sempre stata campata in aria, che non subiva il suo fascino fisico ma con molta tranquillità ha spiegato alla compagna cosa l'aveva spinta ad accettare la proposta di invito a uscire che l'uomo le aveva porto. "E che ho sempre avuto un legame con lui che andava oltre l'ordinario ma lo superava anche di poco. Ho stima di lui e tu sai come questo per me rappresenti l'unica arma che un uomo puo' avere per conquistarmi. Ho vissuto tante cose con lui ed è sempre stato per me una persona con cui scontrarmi e crescere insieme, lavorativamente parlando. E' sempre stato un libro aperto, l'ho visto emozionato, impaurito, terrorizzato, fiero, imbarazzato, ecc… conservare queste immagini del suo volto mi ha legato molto a lui e mi ha regalato qualcosa di speciale. Ma oltre questo non c'è altro, quando l'ho visto non mi è venuto di zompargli addosso, ne tanto meno mi troverei a mio agio a dover passare più di due ore con lui a parlare." Ms Snog cercava di capire se a Ms Snow interessasse quest'uomo e quanto questo avesse fatto uno caragnata a una o all'altra. Visto il sorriso sul volto dell'amica, decise di accettare quell'invito lasciato in sospeso. Tutto andò per il meglio e Ms Snog seguì un consiglio che le era stato dato "Se hai dei dubbi fagli domande, lui è strano ma è quel che vedi, se riesci a vedere quello e ti piace allora non hai molto da temere, penso che non sia in grado di mentire". L'ultima domanda che Ms Snog rivolse a Ms Snow : "Hai detto che ti ha deluso, ma in cosa precisamente? E' tutto il giorno che ci penso." Diciamo che quello è sintomatico dell'unico atto di esuberanza che anima Ms Snow che pensa che un uomo che la corteggia deve avere occhi solo per lei e deve pensare costantemente a lei. Diciamo pure che gle rode er culo perché come al solito Ms Snog vince su di lei e che si frega sempre tutti i ragazzi.

Sono qui anch'io. La solita.
Lullabyyy-I0&sup3;<!–

–>

Mr Slow e Ms Snow

Standard

Mr Slow quando ha saputo che Mr Coward era morto si è fatto vivo. Con la sua solita delicatezza da pachiderma si è esposto e ha fatto le sue dichiarazioni: "C'era una ragazza che mi piaceva, ma era fidanzata. Oddio questo non mi avrebbe fermato, ma conoscevo il suo ragazzo e non sono poi così stronzo quindi ho deciso di restare al mio posto". Ms Snow ha sorriso leggendo la cosa e ha pensato che quella potesse essere una delle cose belle di Mr Slow. Ma il lord non si è dimostrato tale quando si è trattato di parlare di altre Miss, ogni scusa è stata buona per far scendere al piano di sotto Madonne e Gesù bambini o per sputare foglie di carciafo. Ms Snow si è domandata perchè quest'uomo le piaccia così tanto anche se lei stessa al momento ne risulta disgustata. Da una parte spera che Mr Slow si nascondi dietro un'apparenza superficiale ma infondo sia un uomo gentile e premuroso. Dall'altra ha paura che sia quello che sembra e si domanda come potrebbe sopportarlo. La lady apprezza tanto la sincerità e la chiarezza: "Meglio uno stronzo dichiarato che uno che si maschera da bravo ragazzo e poi ti molla la sola", Ms Snow si sta lasciando influenzare dal linguaggio di Mr Slow a quanto pare, "Ma per quale motivo mi starebbe corteggiando in questo modo barbaro, che vantaggio ne potrebbe ricavare se non un sicuro due di picche". Ma poi si scopre che Mr Slow ha sempre avuto fortuna con questo atteggiamento, quantificato, il numero si aggirerebbe intorno al 15. "Bene!" esclama Ms Snow e si pianta la testa tra le mani, non ha idea di cosa pensare, se in bene o in male. Lui ha dichiarato che tornerà in anticipo dalla sua spedizione, i sei mesi saranno dimezzati e allo scadere del tempo sarà di ritorno. Richiede una compagnia femminile, magari un'amica di Ms Snow per quel giorno. La lady si mette subito alla ricerca per stare al gioco e Mr Slow fa il prezioso dai gusti complicati. "Quando torno." si è chiusa così la loro conversazione durata parecchie ore. La cosa più bella che ha detto la signora? Ah si: "Non posso dirti chi è altrimenti poi che ti racconto domani?!" è un modo per non perderlo e per poterlo sentire ogni giorno, da quando ha saputo che tornerà è ancora più felice. Chissà quale finale avrà questa storia.

Sono qui anch'io. Fabulosa.
Lullabyyy-I0&sup3;

PIANO CHE PIÙ PIANO NON SI PUO’-Mr Slow

Standard

Ci siamo lasciati con l'idea che non ci sarebbe stata altra occasione per rivederciù
un sa
luto telematico e un "stavamo organizzando coi ragazzi di rivedersi per un saluto prima di sabato"

Da brava manipolatrice ho inviato i mei messaggeri sotto copertura per incastrarlo e farlo venire a quella festa
e infatti eccolo che arriva… 🙂 due stupide battute e poi si scende giù
e
come capita sempre ti perdi per strada a salutare questo, a chiacchierare con quell'altro e passa mezza serata
lui lontano e assente……. "e tutte le cose che ha detto? balle? e timido! ahahha!"
provo a dargli una mano…si dimostra un mezzo fallimento, occasioni mancate da entrambe le parti
e andiamo troppo piano
e non c'è tempo

allora vola via
forse è meglio così
ma resta amara la mia bocca

meglio andarci piano

Sono qui anch'io. Affascinante bradipo.
Lullabyyy-I0&sup3;

Quando ti danno buca non è tutto ok

Standard

– Versarsi il caffè addosso proprio prima di uscire di casa
– scivolare e cadere come una polla mentre si esce dalla doccia
– moscerini che si fiondano su di te e i tuoi vestiti "attraenti"
SONO TUTTI SEGNALI:
NON è LA TUA GIORNATA!

Eppure
una piccola rivelezione mi ha aperto il cuore

Lui mi dice: "cmq c'è stato un momento che t'avrei dato na botta"
che delicatezza, mi ha proprio conquistata
appuntamento fissato all'ultimo dopo una lunga e estenuante opera di corteggiamento ambigua e di dubbio gusto
ma almeno c'è davvero tutta la verità nient'altro che la crudissima verità.

Un sms di 2 righe ti annulla l'incontro
e tu pensi e ripensi
non è mai bello essere scaricati mai!
lo maledici e diventi la strega cattiva del Mago di Oz
poi successivamente ti dice che non ci sarà modo di vedersi prima della sua partenza
e il tuo ego si sgonfia come un maledettissimo sufflè
e l'autostima conquistata dopo una seduta intensiva dall'estetiste e un bagno caldo
vanno in fumo

e dopo tanta insistenza da parte sua sei tu che vuoi assolutamente vederlo
che sia stato magistralmente preparato da lui che sputa cavoli quando parla e ha la delicatezza degli ippopotami?

LUI: questo tuo voler tenere il coltello sempre dalla parte del manico ormai è scontato

Sono qui anch'io. Qualcosa che avevo dimenticato di essere.
Lullabyyy-I0&sup3;