Archivio mensile:dicembre 2010

Telepatia

Standard

La TELEPATIA è una di quelle cose inspiegabili, frutto di anni e anni di EMPATIA.

Io e il mio migliore amico ne abbiamo usufruito per tanto tempo, era pura magia.
Suppongo che siamo ancora amici soprattuto grazie a questo, viviamo ancora di rendita.
La pigrizia e la noncuranza, peculiarità dei nostri caratteri, ci avrebbero fatto vivere sì e no 2 anni insieme.

Tutti ne erano stupiti, facevamo faville, impressionavamo e creavamo falsi miti.
Tutti ci avrebbero visti bene sposati: non fidanzati, amanti, colleghi, no! SPOSATI.
Per loro grande delusione la nostra indecisione sessuale pu(b)erile ha fatto si che nessuno sfiorasse l’altro.

Altri eventi a me noti di TELEPATIA sono stati da me riscontrati nella mia famiglia:
mia madre è una strega quando si tratta di sapere in anticipo chi è che chiama al telefono
(all’epoca non era neanche stato inventato il servizio “chi è” con la trasmissione del numero chiamante);
dei miei fratelli, due gemelli eterozigoti, ho visto qualche volta numeri di empatia gemellare.

L’abitudine a questi eventi straordinari ha rigorosamente fatto alzare le mie pretese.
Un rapporto intimo non puo’ essere tale se non prevede una qualche magia TELEPATICA.
Povero lui, giovane fidanzato, conosciuto 4 mesi prima, accusato di non essere mago,
di non saper ricreare quella magia e di non aiutare neanche me in questo.

“Non so leggerti nella mente”

“Vabè e che sarà mai, non puoi conoscere tutto di me, ci vorranno anni”

“Si ma come si fa, siamo destinati ad un rapporto mortale”

“Mortale? Nel senso che puo’ morire o intendi solo usare l’opposto di divino?”

 
Dopo un anno e mezzo + i 4 mesi di conoscenza e di lavoro insieme ci conoscevamo meglio
qualche magia empatica riuscivamo a metterla sù, roba da fidanzatini:
a)-squilla il telefono “ei, ti stavo per chiamare io”:
b)-“capisci che intendo?” e io ho davvero capito, l’ho sentito su di me.
Dopo tutti questi progressi e con la mia fiducia che accresceva miracolosamente
SI DECIDE DI LASCIARSI
(glissiamo sui periodi di paranoia, sono ben documentati su questo blog)
MA NON DI PERDERSI DI VISTA
si ristabilisce un rapporto, con grande fatica ma tanta volontà,
ci si trasforma in amici (circa) e si coltiva un nuovo rapporto.

Ma la magia arriva ora, quando ormai è troppo tardi:
il vedersi, il confrontarsi, il vivere insieme alcune situazioni
fa evolvere il nostro rapporto che non è, come credavamo noi, nuovo
ma è sempre quello ma  senza rapporti fisici (dalle dimostrazioni di affetto al sesso).

“Avevo una gran paura quando stavamo insieme perché non riuscivo a capire cosa ti
passasse per la testa ora per assurdo riesco a farlo così facilmente che quasi non ci penso.”

“Ho l’impressioni che la nostra storia pur non essendo più tale sia andata avanti
,
siamo cresciuti insieme ed abbiamo imparato a conoscerci ancora.”

“Questo non è normale.”

“No non lo è.”

“Ma è naturale.”

“Come sempre :)”

Poi arriva una lettera a sorpresa. La mail ti dice:

So che se ti immagino sprofondata su quel divano,
riesco ad indovinare l’odore delle tue mani,
riesco a vedere dove scappano i tuoi occhi.

SPLALANCO GLI OCCHI E GRIDO AL MIRACOLO

Ti ho immaginato qui, dove in realtà non sei mai stato.
Mi sono ritrovata a fissare una sedia o un sofà vuoto.
Sorrido all’idea che può esserti capitata la stessa cosa.

 

 

[…]Have you ever been so lost
Known the way and still so lost[…]

La strada è lì ma nessuno osa prenderla.
Confido nel fatto che un giorno il tempo ci darà spiegazioni a proposito di tutto questo, a modo suo.

Sono qui anch’io. Anche se persa.
Lullabyyy-I0³

Annunci

Stati di profilo

Standard

-fiochettini di neve qui….Ah non vi ho mai detto che a me la neve non piace!!!??? – 17 Dic.
-sono invisibile agli occhi e impercettbile al tatto…non esisto – 28 Nov.
-in arte e in parte – 26 Nov.
-e se ascolti Paoli, Mattia Bazar e Pooh…hai un problema in + – 24 Nov.
-piano sfumato…stupida Lullabyyy – 23 Nov.
-rido rido rido e sorrido Sorriso 🙂 – 18 Nov.
-Canta canta canterina – Note di regia – FO CA CC IA
-150 la gallina canta…canta sola sola, non vuole andare a scuola PERCHé LA GALLINA NON è UN ANIMALE INTELLIGENTE – 13 Nov.
-Scrivi cose, dici cose, mangi cose, prendi cose, respiri aria. – 11 Nov.
-in vena di sillogismi _ bengentile_Grazie_Grazie_quando ti diverti ti rapiscono – 10 Nov.
-in vena di sillogismi _ bengentile_Grazie_quando ti diverti ti rapiscono – 9 Nov.
-in vena di sillogismi _ bengentile_Grazie – 8 Nov.
-in vena di sillogismi _ bengentile – 7 Nov.
-in vena di sillogismi – 5 Nov
-ho sognato danny boyle e leo gullotta…e neanche nei sogni avevo un lavoro!!! – 5 Nov.
-e meno male che ho controllato la mail – 4 Nov.
-rifiuti differenziati – 2 Nov.
-rifiuti – 1 Nov.
-partorisci Lullabyyy, partorisci!!! – 31 Ott.
-serata rat-man – 30 Ott.
-le donne sono mejio dei supersahyan!!!! – 29 Ott.
-cosa c'è di peggio che essere presi a calci da un millepiedi?! – 29 Ott.
-e i problemi di messa a foco! Ma si scombussoliamo di nuovo il copione manca solo 1 mese…che vuoi che sia! – 27 Ott.
-e i problemi di messa a foco! – 26 Ott.
-sei anche tu un termosifone che sfiata quando reciti??? – 23 Ott.
-foooocacciiiiiaaaa! – 22 Ott.
-vedere un film alle 12:30 di mattina non mi farà male? – 21 Ott.
-la gente non te da mai soddisfazioni! – 20 Ott.
-I love Tiscali! – 17 Ott.
-come Dio dal nulla creo qualcosa! La superbia mi ucciderà un giorno! – 4 Ott.
-come un pokemon in evoluzione – 6 Set.
-Noooo, non dirmi che… – 3 Set.
-Appestata – su uno dei miei funghi mi è parso di vedere un puffo – 2 Set.
-LOCANDINANDO – appestata – Photo Shop è essenziale nella mia vita tanto quanto un buon sgrassatore. – 30 Ago.
-Stella stellina, la notte si avvicina! – 28 Ago.
-Tutti abbiamo una parrucca nell'armadio!!!! – 27 Ago.
-La vita è una…emenomale!!! – 25 Ago.
-mi sento in colpa -.-' ma non durerà troppo: la mia coscienza non è tanto spessa! – E domani si ricomincia – 23 Ago.
-piovono lucertole dalle mie finestre – 20 Ago.
-ma perchè brucio sempre il caffè? – 16 Ago.
-la pooolvere – 13 Ago.

Sono qui anch'io. Statica.
Lullabyyy-I0³
 

Tu sei un figo ragazzo mio

Standard

2 week end di lavoro
quel lavoro con contratto che però svolgo tanto raramente
ai em a promoter yes yes yesss
e a sto giro lavoro per un'azienda leader nel settore informatico( si dice così?)


"Che uso fa del pc Signora?
Viaggia per lavoro e avrebbe bisogno di una macchina da portare sempre con sé?"

Ah! E questo?!                                                          AMMAZZA!

sto lavorando e un tipo bellissimo mi appare sotto gli occhi
e lavora lì
ha dei capelli neri con un taglio particolare ma non troppo
un viso che dice tante cose… una di queste è "solo un bravo ragazzo"
Alto, in divisa (anche se commerciale) e un sedere degno di lode.

APPLAUSIIII!!!                      CLAP             CLAP           CLAP

E devo continuare a lavorare con questo sotto gli occhi
io non ce la faccio
mi distraggo
AMMAZZA ragazzi!
           Ma chi sei?
              Da dove vieni?
                 Ti ci ha mandato Babbo Natale sotto l'occhi miei?

Ma poi come al solito faccio la fifona e la troppa gente accorsa in negozio per la ricerca del regalo giusto o dell'offerta in sottocosto non mi fanno troppo pensare.

—————–

Il secondo week end è davvero tragico.
Poca gente, tanto tempo da buttare e un cazzo da fare.

E come lo passo il tempo io….eccerto guardo luiiii.

Questo ragazzo è davvero carino,
apparte gli scherzi non mi capita quasi mai che una persona MI PIACCIA.

Non mi capita davvero mai. Sono essenzialmente pallosa, razionale, poco frivola.
Ma Dio mio, mi sento una ragazzina. Stupida, impacciata e questo tipo mi piace, mi piace.

 

 –  Alla fine della salita delle scale me lo ritrovo di fronte e intercetto il suo sguardo.
Il tempo si dilata e tutto va a rallentatore.
 –  Mentre mi giro per cercarlo con lo sguardo me lo ritovo proprio voltato verso di me.

 –  Mi metto ad analizzare minuziosamente tutto quello che fa. Se orbita nel mio reparto,
Cosa fa mentre lavora.

Essere tornata adolescente mi fa sorridere e mi ricorda di quanto in realtà io sia timida e insicura se qualcuno mi piace. Mi perdo mille occasioni e sono immobilizzata dalla paura e dall'imbarazzo. Mi devincolo da situazioni imbarazzanti in meno di un nano secondo. Mi ritrovo ad arrossire davvero. "Avvampo". Cambio colore e ho caldo. Sono in tensione. Sono tesa…ma vibrando….SUONO…UNA MELODIA…vivo.

Perdo come al solito la mia occasione.
Proprio davanti a me, a fine turno, soli nello spogliatoio
e io…………mi attacco al telefono e per paura non chiudo la chiamata!!!
L'ho persa di proposito, sono una polla!

Secondo la mia capoccia:

anche lui mi ha guardato
è imbarazzato quanto me
potrebbe essere fidanzato

 

Poi non mi spiego una strana frase del mio capo reparto: "Guarda" , mi fa,
si dirige verso le scale e poi chiama proprio lui, per andare in pausa insieme…
proprio in quel momento un cliente chiede il mio soccorso e io
non scoprirò mai cosa voleva dire………MALEDIZIONE

Ah se solo fossi più folle e la smettessi di perdere occasioni.
A qualcuno posso anche piacere.
E' necessario che mi metta in testa questa cosa.

 

Intanto passo il mio viaggio verso casa
con un gomito su un tavolino
il mento nella mano
le labbra socchiuse
e lo sguardo perso
a pensare
a ricordare
a immaginarlo
e sorrido
SONO FELICE

Il Bello mette sempre di buon umore.
 

Sono qui anch'io. Panna cotta.
Lullabyyy-I0³

 

Il teatro che vorrei esiste

Standard

Il teatro che vorrei esiste

l'ho visto oggi al Valle
lo spettacolo è "L'avaro"

e la compagnia è quella
del "Teatro delle Albe"


 

Tradizione e innovazione.
La genialità di un drammaturgo come Molière
in delle scarpe da lui mai indossate.
Nessuna provocazione volgare fine a se stessa,
ma parole vecchie di secoli dette con una lingua nuova.

GRAZIE

Sono qui anch'io. Contenta.
Lullabyyy-I0³