Archivio mensile:ottobre 2010

Lettera aperta agli spettatori

Standard

Sono qui anch'io. In protesta.
Lullabyyy-I0³

Annunci

Per capire se 6 tu devo andare con un’altra…

Standard

Sai, vorrei più solarità, entusiasmo, vita d'associazionismo. E' quello che voglio ora fortemente. Lo voglio trovare nella mia donna e la sto cercando. Non so di preciso se sia un carattere fondamentale di lei oppure è una necessità che potrei colmare anche con gli amici o col lavoro. Magari mi sbaglio: incontro una così come vorrei e poi mi accorgo che mi inizia a mancare quello che mi dai tu e la solarità non mi serve a nulla…come è già successo dopo meno di 10 gg.

Io di solare non ho nulla e neanche potrei provare ad esserlo, almeno al livello che vorresti tu, è troppo lontano dal mio essere. L'unica cosa di solare che potrei offrirti sono dei colpi di sole ai capelli. Beh è davvero confortante che il metodo che utilizzi per capire se sono quella giusta è quello di cercarti un altra e confrontare…

E anche tu, dovresti provare un altro. Continua a pensare che il fatto di non avere un metro di paragone ti fa pensare che io sia quello giusto, quando poi, ho paura, che non sia così…

Ma è tanto strano che abbia le idee chiare al contrario di te?! Non ho mai subito una tentazione tanto forte da portarmi via da te, sarà sintomatico di qualcosa?! Si anche della mia pigrizia, poca socialità…ma anche di altro magari, che fa di me la persona che non ha bisogno di andare con qualcun altro per capire se è quello che vuole, che è sicura a prescindere dal legame che la vincola. Potrei cercarmi solo una distrazione, leggera e soffice distrazione.

Ci sarà pure il tuo corrispondente della mia necessità di entusiasmo?!

Beh si! La sicurezza, la virilità (positiva). Effettivamente è l'unica cosa che mi manca di te che vorrei trovare in futuro in un altro. Proverei a frequentare seriamente qualcuno solo se mi dimostrasse tale caratteristica, per tutto cio' si che ci proverei… tu ci hai provato a darmi qualcosa in questo senso ma non è abbastanza per me. Oddio ora capisco.


 

QUANDO è STATO IL MOMENTO IN CUI HO SMESSO DI VINCERE ED HO COMINCIATO A PERDERE, CADERE, ESSERE DERISA, PRENDERE CALCI IN CULO? QUALCUNO POTEVA MANDARMI UNA LETTERA DI PREAVVISO PERO'!

 

Sono qui anch'io. Ma potrei anche non esserci.
Lullabyyy-I0³
<!–

–>

<!–

–>

Petizione contro gli attori cani che recitano come un termosifone che sfiata

Standard

Il video è già divertente di suo, racconta una verità di cui tanto abbiamo chiacchierato. Se poi aggiugi che mi è stato consigliato proprio da un termosifone che sfiata (e sfiata sfiata eh!!!) e un'altra della stirpe (dallo sfiato monocorde e sporco) lo ha commentato con entusismo?! cosa puoi pensare? -.-' è il mondo che gira al contrario e io non mi sono accorta del cambiamento?! O sarà l'ego troppo ingombrante degli attori in questione che non rende possibile l'identificazione?!

Sono attorno a noi e non sanno di essere quello che sono. Poveri termosifoni che sfiatano…

Sono qui anch'io. Me tajo.
Lullabyyy-I0&sup3;

That Particular Time

Standard

Questa donna mi capisce sempre ed è la mia medicina preferita.
Canticchiavo questa canzone da ieri senza un preciso motivo apparente.
Il mio pessimo inglese non mi permette di capire al volo il senso
e la mia poca memoria non lascia per me molto
così è come se la sentissi per la prima volta
giusta per il momento, giusta per il tempo
in this particular time.

That Particular Time
My foundation was rocked, my tried and true way to deal was to vanish.
My departures were old, I stood in the room shaking in my boots.
At that particular time love had challenged me to stay.
At that particular moment I knew not to run away again.
That particular month I was ready to investigate with you.
At that particular time.

We thought a break would be good, for four months we sat and vacillated.
We thought a small time apart would clear up the doubts that were abounding.
At that particular time love encouraged me to wait.
At that particular moment it helped me to be patient.
That particular month we needed time to marinate in what "us" meant.
At that particular time.

I've always wanted for you what you've wanted for yourself
and yet I wanted to save us high water or hell
and I kept on ignoring the ambivalence you felt
and in the meantime I lost myself,
in the meantime I lost myself,
I'm sorry I lost myself… I am…

You knew you needed more time, time spent alone with no distraction.
You felt you needed to fly solo and high to define what you wanted.
At that particular time love encouraged me to leave.
At that particular moment I knew staying with you meant deserting me.
That particular month was harder than you'd believe, but I still left.
At that particular time.

Quel periodo particolare
Ero stata scossa fin dalle fondamenta, il mio comprovato e reale modo di fare stava per scomparire.
Le mie partenze erano un lontano ricordo, me ne stavo in camera a tremare nei miei stivali.
In quel particolare periodo l'amore mi aveva sfidato a rimanere.
In quel paricolare momento seppi di non dover fuggire via di nuovo.
Quel particolare mese ero pronta ad investigare con te.
In quel particolare periodo.

Pensavamo che una pausa ci avrebbe fatto bene, ci siamo seduti e abbiamo esitato per 4 mesi.
Pensavamo che un po' di tempo separati avrebbe chiarito i dubbi che ormai abbondavano.
In quel particolare periodo l'amore mi ha incoraggiato ad attendere.
In quel paricolare momento mi ha aiutato ad essere paziente.
Quel particolare mese avevamo bisogno di tempo per concentrarci su cosa volesse dire "noi".
In quel particolare periodo.

Per te ho sempre voluto ciò che tu volevi per te stesso
eppure volevo salvarci dall'acqua alta o dall'inferno
e continuavo ad ignorare l'ambivalenza dei tuoi sentimenti
e nel frattempo ho perso me stessa,
nel frattempo ho perso me stessa,
mi dispiace aver perso me stessa… mi spiace…

Sapevi d'aver bisogno di più tempo, di più tempo passato da solo senza distrazioni.
Sentivi il bisogno di volare da solo e in alto per definire ciò che volevi.
In quel particolare periodo l'amore mi ha incoraggiato ad andarmene.
In quel paricolare momento sapevo che rimanere con te significava abbandonare me stessa.
Quel particolare mese fu molto più difficile di quanto tu potessi credere.
In quel particolare periodo.

Sono qui anch'io. Empatica.
Lullabyyy-I0&sup3;

Mr. Slow, Ms Snow e Ms Snog

Standard

Pietro Longhi – Le Filatrici (1737)

Mr. Slow è tornato dalla sua campagna all'estero. Non ha chiamato Ms. Snow come promesso e questa, stranita, si è chiesta il perché. E' giunta solo in fine ad una giusta e saggia conclusione: "Sti cazzi!" (se continua con questo linguaggio perderà il titolo nobiliare per dishonoris causa). Non sapeva neanche che fosse tornato, "Torno in anticipo, ma nun te dico quanno", lo aveva solo intuito da alcuni spostamenti alquanto strani. La conferma giunse da bocca insolita: "Si è tornato e mi ha chiesto di uscire".
Pare che il mister si sia dilettato ad intessere un fitto scambio di corrispondenza anche (e contemporaneamente) con la migliore amica della miledi: Ms. Snog. Al ritorno dalla spedizione Mr. Slow ha inviato una lettera lampo a Ms. Snog con una richiesta: poter aver un incontro con lei. Quale duro colpo per la lady, vinta dal desiderio di conoscere quest'uomo apparentemente interessante ma frenata dal doppio gioco che pareva essere in atto. Infatti ella è l'unica a conoscere il segreto di Ms. Snow e Mr. Slow, le era stato confidato dall'amica tempo prima durante un bizzarro cocktail con Chardonnay grigio del ….. (mah e chi se lo ricorda) alle ore 4 pomeridiane di un caldo giovedì di prima estate. La prima cosa da fare è stata inviare un messaggero alla tenuta di Ms. Snow con le novità e per decidere insieme cosa fare. Appresa la notizia la nostra milady si è fatta una grassa risata farcita di insulti vari per l'uomo, poi ha indossato il suo miglior abito ed è andata a far visita alla sua cara amica. Tra domande varie e risposte sincere le due donne si sono trovate unite come al solito. Ms. Snow ha chiarito che con Mr. Slow la situazione è sempre stata campata in aria, che non subiva il suo fascino fisico ma con molta tranquillità ha spiegato alla compagna cosa l'aveva spinta ad accettare la proposta di invito a uscire che l'uomo le aveva porto. "E che ho sempre avuto un legame con lui che andava oltre l'ordinario ma lo superava anche di poco. Ho stima di lui e tu sai come questo per me rappresenti l'unica arma che un uomo puo' avere per conquistarmi. Ho vissuto tante cose con lui ed è sempre stato per me una persona con cui scontrarmi e crescere insieme, lavorativamente parlando. E' sempre stato un libro aperto, l'ho visto emozionato, impaurito, terrorizzato, fiero, imbarazzato, ecc… conservare queste immagini del suo volto mi ha legato molto a lui e mi ha regalato qualcosa di speciale. Ma oltre questo non c'è altro, quando l'ho visto non mi è venuto di zompargli addosso, ne tanto meno mi troverei a mio agio a dover passare più di due ore con lui a parlare." Ms Snog cercava di capire se a Ms Snow interessasse quest'uomo e quanto questo avesse fatto uno caragnata a una o all'altra. Visto il sorriso sul volto dell'amica, decise di accettare quell'invito lasciato in sospeso. Tutto andò per il meglio e Ms Snog seguì un consiglio che le era stato dato "Se hai dei dubbi fagli domande, lui è strano ma è quel che vedi, se riesci a vedere quello e ti piace allora non hai molto da temere, penso che non sia in grado di mentire". L'ultima domanda che Ms Snog rivolse a Ms Snow : "Hai detto che ti ha deluso, ma in cosa precisamente? E' tutto il giorno che ci penso." Diciamo che quello è sintomatico dell'unico atto di esuberanza che anima Ms Snow che pensa che un uomo che la corteggia deve avere occhi solo per lei e deve pensare costantemente a lei. Diciamo pure che gle rode er culo perché come al solito Ms Snog vince su di lei e che si frega sempre tutti i ragazzi.

Sono qui anch'io. La solita.
Lullabyyy-I0&sup3;<!–

–>

Attori VS Registi

Standard

C'è qualcosa che i registi invidieranno sempre agli attori: la possibilità di entrare e uscire da una miriade di personaggi, di vivere sulla pelle l'esperienza di essere qualcun altro e non solo immaginarla, come vuole il loro lavoro.
Per ripicca, quei gran paraculi dei directors, si costruiscono un personaggio eterno, che è un mix di caratteri veri, reali e teatrali. Puoi incontrarli in sala prove o per la strada, tra i parenti e tra gli amici, ti sembreranno veri e vissuti, colossali e quotidiani. Potresti incontrare un perfido Iago, col vizio del fumo, dalla vocina stridula e capelli assai spettinati; una Mirandolina, serva di due padroni, burattina e senza talento che non riesce a farsi rispettare neanche dai propri figli.

Io il mio personaggio me lo sono cucito a mano durante tutti questi anni,
un pezzo di qua, un pezzo di là, da cose viste e vissute, progettate e inaspettate.
Sono:
severa come la regina Marguerite,
cinica come la mia Anna,
sfacciata come Silvia,
coraggiosa come Rita,
ambiziosa come Lady Macbeth,
calcolatrice come M.me Merteuil,
fedele come Lukas,
impacciata come Felice Sciosciammocca,
folle come quell'Enrico IV di cui si ignora il vero nome,
lungimirante come Lamberto,
…ecc…ecc…ecc…

Ci sono tante cose che, invece, gli attori invidiano ai registi:
la loro intelligenza e la loro sensibilità artistica,
il loro senso dell'unitario e del globale,
la loro capacità di comunicazione atipica,
il loro charme,
la capacità di trarre ispirazione dalle sole parole per ricreare un mondo,
quell'essere anello di congiunzione tra realtà e finzione,
e soprattutto di essere degli impeccabili bugiardi (cosa assai difficile per un attore).

Sono qui anch'io. Saccente.
Lullabyyy-I0&sup3;
<!–

–>
 

Cercasi attor giovane

Standard

A.A.A. cercasi attor giovane, per ruolo da protagonista di una commedia, età compresa tra i 16 e 26 anni.

…….

1° Canditato – Ottima presenza scenica, buona memoria, capacità e margine di miglioramente discreto.

LA PARTE E' TUA

AH GRAZIE, CHE BELLO POTER LAVORARE ANCORA CON TE.

2 gg. dopo

SCUSAMI TANTO MA HO TROVATO UN LAVORO, HO NECESSITÀ, DEVO DARE FORFÈ! MA TI GIURO MI SEN…(irrilevante)

OK! RICOMINCIAMO A CERCARE

…….

2° Candidato – 21 anni, molto volenteroso ma non adatto alla parte del protagonista. 

…….

3° Candidato – Amico che in maniera insospettabile si propone per la parte.

NO! MI FARESTI SOLO PERDER TEMPO.

MA DAI DAMMI UNA POSSIBILITà. TI RICREDERAI.

NOOO! NON SAI RECITà ME LO SENTO!

E FAMMI PROVà CHE TE COSTA, VOGLIO STA PARTE, VOGLIO STA PARTE!

OK ALLORA CI VEDIAMO SABATO

OK! AH NO SCUSA SABATO HO DA FARE.

OK ALLORA CI VEDIAMO LUNEDì

EMMM… VERAMENTE HO UN IMPEGNO DA TEMPO

ULTIMA CHIAMATA è PER MERCOLEDì, CI SEI?

SENTI, NON ME LO ASPETTAVO MA ORA HO TANTI IMPEGNI COME FACCIO A SEGUIRE LE PROVE  

-.-'

…….

4° Candidato – Ex allievo di laboratorio. Grandi difetti tecnici vocali, duro di comprendonio e con un'innata predilezione per l'epistassi.

…….

5° Candidato – Amico, nonchè accompagnatore del candidato n°2, che come il candidato n°3 ha deciso di frantumarmi fino a quando non avessi acconsentito a provinarlo.

MA LO VUOI VERAMENTE FARE?

SE ME LO PERMETTI SI
 

VA BENE LEGGITI LA PARTE E CI VEDIAMO LUNEDì

 

2 gg. dopo

OK, AH LU'?! SENTI…
 

EH…!

MI DISPIACE MA CI HO PENSATO E VOGLIO PORTARMI AVANTI CON L'UNIVERSITà

SE TI LAUREI CON LA FACCIA DEVASTATA DAI MIEI PUGNI MI FA PIACERE

MA TU CMQ SE HAI BISOGNO CHIAMAMI

IO HO BISOGNO ORA, HO CHIAMATO, EH…

VABè MA è UN CASO, VORREI VERAMENTE LAVORARE CON TE

LO SAI CHE NON TI PAGHERò COME L'ALTRA VOLTA VERO?!

LO SAI CHE PUOI CONTARE SU DI ME! QUANDO HAI BISOGNO CHIAMA

MMM…MI DEVO ESSERMI PERSA UN PASSAGGIO…

PERCHé ORA CHE HO BISOGNO TUTTI RIATTACCANO LA CORNETTA

 

La scelta dell'attore non è stata ancora fatta, ma la lista dei miei amici si assottiglia sempre più e il volume della mia agenda nera aumenta. Giorno verrà…

 

Sono qui anch'io. Furiosa regista e amara amica.
Lullabyyy-I0&sup3;
<!–

–>

Inconscio, che bella scoperta!

Standard

Le confessioni di Lei.

Sei infantile, crei i presupposti per scappare.
Ieri è capitato a me e penso sempre che domani potrebbe capitare alla nuova tizia di turno.
Le crisi personali sono ragionevoli
meno è quel modo sadico che hai di piangerti addosso
che non rappresenta una poca forza
ma un narcisistico modo di compiangerti
e di reputarti la vittima della situazione;
scacci tutti per poterti sentire il migliore,
il migliore tra i vermi.
Un anno fa volevi una vita, un lavoro remunerativo immediato,
non sarebbe stato un problema se non fosse stato di tuo gradimento,
stabilità più che felicità.
Oggi? Sei tornato punto e a capo alla vita che avevi.

(Non è poi così vero, dai! Sono due cose diverse!)

E allora pensi che per ricostruire tutto come prima manco io.
Tu non capisci…quanto…

Le confessioni di Lui.

Hai ragione! Lo so sono proprio così.
Ma è l'unico modo per stare meglio.
Dovrei cambiare quello e forse…

a me infondo piace… è strano

(…)Ne parlavo proprio con G.
è strano di come mi sono ritrovato ad avere te nei miei pensieri
quando non era certo normale o così ovvio,
ho prestato attenzione alla cosa e me ne sono stupito.

(E' abbastanza ovvio visto che non abbiamo mai interrotto completamente i rapporti)
(se avessimo deciso di non vederci e di odiarci a vicenda a quest'ora non saremmo in questa situazione)
(e poi è sempre quella storia degli standard alti e quel maledetto movente "trancia-relazioni" che ci manca)

Che potenza ha l'inconscio
ti fa fare cose che non controlli e ti inganna distraendoti
in modo che ti sia impossibile impedirle e tanto meno rendertene conto.
Poi quando sei solo a casa e ci ripensi ti viene un brivido e ti spaventi
pensi, pensi e ci ripensi. Vorrei sapere cosa significa.

Anche io.

Sono qui anch'io. Appesa ad un capello.
Lullabyyy-I0&sup3;